Archivio tag: artista sensibile

devotion

C’è bisogno una rivoluzione spirituale una presa di coscienza, essere consapevoli del presente. Parlamento della retorica, incoraggiamento reciproco, cerimonia si autoproclama. Salute al cospetto della tecnologia, lavoro come strumento di dialogo, futuro meccanico esclude semplici radici, brevetta gocce d’acqua. Impero sovrano a vette sconosciute.

Nel trapanese una montagna devastata dal fuoco, da oggi meno ossigeno per tutti. 31 Luglio 2020

Col tempo provavo sempre più fastidio per la confusione, non quella del mercato dove risiede l’orecchio del popolo, ma quella della gente che si riuniva per sindacare, innalzare un rumore che imitava il suono, ma che in realtà risiede in dimensioni opposte. Preferivo stare solo, in disparte, non contrastare niente e nessuno, cercare solo l’armonia che tutto nutre e protegge, e a sua volta, trovata, stavo attento a non inquinare quella dimensione che non accetta parole per manifestarsi, echeggia nel profondo silenzio.

Ho soltanto condiviso memoria, raccattato ricordi, incastonato energie. Presenti legami si sostengono nell’anonimato, dimensioni astrali confermano l’onirico. Flusso presente, scintilla del domani, brindisi dell’augurio, solitudine del vagabondo, ricevimento della luna. Fare per cercare non dimenticare. Donare l’immaginario. (Casa Museo Sotto l’Etna)

Non me ne vogliate, mi dispiace essere visto male da coloro che portano il pannolino in faccia. Oggi col sole cocente, mi sono semplicemente chinato a raccogliere un ramoscello di menta dalla strada, non l’avessi mai fatto. Rispetto tutto e tutti, scusate ma ho l’impressione che nel marasma globale contemporaneo, forse questo progetto stia davvero esasperando la realtà. (formikepazze)

Restituire libertà alle radici. Mi piacerebbe vivere in una città più a dimensione di campagna.

Sicily Garden of God

Siccome Mia graffia il pavimento, e poco ci manca che mi dice stai zitto coglione, torno a meditare, magari riesco ad evolvermi e fare qualcosa di ancor più concreto. Occhio a quello che sognate, e a quanto stiamo sprecando l’infinito che risiede in ognuno di noi. Gli uccellini cantano e sono felici, ma anche loro sanno che il genere umano è diventato pericoloso sia per se stesso, che per la creazione che risiede oltre il nostro pianeta, nostro..che ci è stato affidato.

mezzanine living
mezzanine living

La mia collera per tutte le inutili spese (respiratori), e per quanti assecondati dalla comunicazione priva di coscienza, si stanno mettendo in pericolo con la respirazione attraverso le mascherine. Vi prego abbiate la decenza di non rapportarvi con me nell’immediato, se non riuscite a comprendere, aspettate che le cose si realizzino, e poi magari scrivete quando già il peggio è presente. Ieri tutti i canali video sono stati staccati per 50 minuti, mai era capitato contemporaneamente in tutto il mondo. Sicilia Giardino di Dio.

zero space

Sicily island of the world

Sicily island of the world

Parlare alle montagne, ai mari e gli animali, sentire il suono del corpo, connettersi attraverso le onde, raccontare il proprio sentire, utilizzare vocali dell’udire, far parte di un mondo che non si studia, si apprende, non si cerca, ci si nasce.

approval

Al Panificio una signora chiede del pane ben cotto, dinanzi la porta passa un signore con un passeggino coperto a tappo da una copertina, un ragazzo fa le sue congratulazioni, superato l’ingresso il vento sposta la coperta, era pieno di cianfrusaglie. – Un padre dice al figlio: Sapevi che quando ero piccolo avevo un cane, prende una scatola contenente foto di vita, tutti presenti meno che il figlio e il cane. – Non compro più acqua imbottigliata, spremo due limoni e bevo vino.

Futuro Limoneto Canapeto

Futuro Limoneto Canapeto

Approvazione: Un artista non ha bisogno di riconoscimenti, ha solo bisogno di riconoscersi. Premi, mostre, traguardi di una società che desidera possedere. L’arte è aldilà del salotto, il salotto è fatto di complementi, l’arte lo rende vivo.

cosmic painting

Testimoniare unione, pareti di una casa, tetto di un cielo sorretto dalla fede, dal calore. Ci sono voluti undici anni per raccogliere, trasformare, dare volto a questa memoria, che ha pervaso il mio essere. Devoto all’Amore.